Piorrea ed impianti - www.implantologia-roma.org
Nome
Cognome
Telefono
Email
Prenota la tua visita di controllo
Prenota qui
la tua visita
GRATUITA

Relazione tra malattia paradontale ed impianti

Molti dei denti che vengono sostituiti da Impianti vengono persi per effetto della malattia parodontale (ancora oggi chiamata piorrea da molte persone).

La (piorrea) parodontite preoccupa chi ne è affetto quando i sintomi diventano gravi e cioè quando i denti cominciano a muoversi o addirittura a cadere spontaneamente.

Questa è la condizione clinica peggiore che possa verificarsi e purtroppo è quella che richiede più spesso l’intervento dell’implantologo che viene contattato con urgenza dai pazienti parodontali.

In questi casi l’obiettivo primario è quello di ripristinare la capacità masticatoria e in secondo luogo provare a mantenere o recuperare un’armonia estetica accettabile.

In questo senso l’azione terapeutica iniziale mira al trattamento della parodontite per eliminare l’infezione batterica che ha portato alla perdita dei denti e che porterebbe nello stesso modo alla perdita degli Impianti.

Una volta che la malattia parodontale(piorrea) è sotto controllo e che il paziente ha compreso l’importanza del mantenimento dell’igiene orale, allora è possibile pensare di rimettere i denti perduti attraverso la terapia Implantare.

La progettazione del piano di trattamento deve prevedere l’analisi delle condizioni cliniche che limitano o compromettono estetica e funzione e trovare una soluzione che permetta di ritrovare masticazione e sorriso con soddisfazione per il paziente.

L’implantologo ha a disposizione molti mezzi che gli permettono di sostituire o imitare i tessuti perduti e di raggiungere un buon risultato anche in casi molto complessi.

Solo se si padroneggiano strumenti chirurgici e protesici di un certo livello si può pensare di restituire il sorriso a chi pensa di non poterlo più avere.

 

articolo a cura del Dott.Marco Rossi, implantologia Roma

 

 

Share