Impianto in quattro sedute - www.implantologia-roma.org
Nome
Cognome
Telefono
Email
Prenota la tua visita di controllo
Prenota qui
la tua visita
GRATUITA

Implantologia dal primo all'ultimo appuntamento

Una sintesi di ciò che succede in ogni seduta di terapia implantare

PRIMO APPUNTAMENTO

Durante il primo appuntamento l’implantologo farà una valutazione delle condizioni del paziente e del sito in cui inserire l’impianto.

Un’attenta anamnesi del paziente dirà al dentista se il candidato all’implantologia possiede i requisiti necessari e se vi sono controindicazioni all’intervento.

Dal punto di vista dentale, invece, l’implantologo dovrà valutare le caratteristiche della zona edentula, quindi sia con l’esame obiettivo che con l’analisi di radiografie sarà importante stabilire le condizioni e le misure dell’osso dopo la perdita del dente, nei tre piani dello spazio.

A tal fine oggi si considera indispensabile un esame radiografico TC DENTASCAN che fornisce dati molto precisi circa i millimetri di osso disponibile ad accogliere l’impianto.

E’ molto importante che il dentista-implantologo possieda una preparazione in materia parodontale perché dovrà essere in grado di stabilire se nella bocca ci sono segni e sintomi di una parodontite in fase attiva e nel caso, procedere prima con la cura relativa e poi con la riabilitazione implanto-protesica.

 

SECONDO APPUNTAMENTO

A questo punto si può inserire l’impianto della lunghezza e diametro adeguati alle misure rilevate dalla radiografia.

L’intervento può impegnare l’implantologo in modo diverso a seconda della qualità e quantità dell’osso, andando dal semplice inserimento della fixture implantare fino alla necessità di una rigenerazione guidata per aumentare l’osso che ricopre l’impianto.

Normalmente l’attesa per l’osteointegrazione varia dai due ai quattro mesi, a meno che l’impianto non sia stato posizionato in contesti particolari che richiedano tempi di attesa maggiori come succede per l’intervento di rialzo del seno.

 

TERZO APPUNTAMENTO

Dopo aver atteso il tempo necessario all’osteointegrazione l’implantologo procede con la presa dell’impronta per trasferire all’odontotecnico l’esatta posizione dell’impianto nel cavo orale.

Questo è un momento molto delicato e importante e la riuscita estetica del lavoro dipende molto dall’attenzione con cui il dentista lo gestisce e dalla collaborazione del paziente.

Insieme all’impronta io invio al laboratorio anche delle fotografie intraorali che permettono all’odontotecnico di effettuare un lavoro integrato nella bocca che lo deve accogliere preferendo quindi un manufatto personalizzato piuttosto che uno standard.

 

QUARTO APPUNTAMENTO

A questo punto si consegna la protesi al paziente facendo tutte le dovute verifiche estetiche e funzionali.

E’ importante sapere che tra il terzo e il quarto appuntamento ce ne può essere un altro in cui il lavoro protesico fatto dal laboratorio viene provato in bocca per capire se va tutto bene oppure no.

 

Share